Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

Chiedi all'enologo

Secondo l’insegnamento di Giulio Ferrari.

Ogni bottiglia è un episodio unico, frutto della fedeltà al Trentodoc.

Puoi conoscere i segreti del Trentodoc inviando le tue domande direttamente agli enologi Ferrari, che sotto la guida di Marcello Lunelli segue la creazione delle bollicine.

Invia la tua domanda agli enologi Ferrari.
Compila il form qui sotto.


Leggi le risposte alle domande più frequenti

Cos’è il Metodo Classico?

Il Metodo Classico (o méthode champenoise, che prende nome dalla regione francese della Champagne) è un processo di produzione che prevede, dopo una prima fermentazione generalmente in cisterne di acciaio, una rifermentazione in bottiglia indotta dall’aggiunta di zuccheri e lieviti selezionati (il tirage). Una volta conclusa la seconda fermentazione ha inizio la maturazione sui lieviti, un lungo periodo di affinamento in bottiglia che, nel caso delle Cantine Ferrari prevede un minimo di 24 mesi per la linea base fino ad oltre 10 anni per la riserva più importante dell’intera gamma, il Giulio Ferrari Riserva del Fondatore.

Cos’è il Metodo Charmat? Che differenza c’è dal Metodo Classico?

Il Metodo Charmat è quello utilizzato ad esempio per la produzione del Prosecco. Prevede una fermentazione in autoclave, che si svolge in tempi molto rapidi (15-20 giorni). Il risultato di questa prima fermentazione viene poi passato in un’altra autoclave tramite filtrazione. In questo caso non è prevista la rifermentazione in bottiglia e nemmeno la maturazione sui propri lieviti. Sia i tempi di produzione sia la complessità tecnica di un metodo Charmat sono quindi notevolmente inferiori rispetto ad un Metodo Classico.

Che cos’è il Trentodoc?

Istituita nel 1993, la Trentodoc è la prima DOC in Italia e la seconda al mondo dedicata esclusivamente al Metodo Classico. Il sogno di Giulio Ferrari di creare in Trentino bollicine di altissima qualità continua oggi con l’Istituto Trentodoc, che comprende 40 aziende raggruppate sotto il marchio collettivo. Il disciplinare prevede rigorose regole di produzione: alta qualità delle uve di aree ben definite del Trentino, utilizzo del Metodo Classico come unico metodo produttivo nonché un prolungato periodo di maturazione sui lieviti. I vitigni previsti dal disciplinare sono Chardonnay, Pinot Nero, Pinot Bianco, Pinot Meunier.

Come si classifica lo spumante?

Come si classifica lo spumante?
Pas Dosé: è chiamato anche Pas opéré, non dosato e dosage zéro. Significa che nell’esito del processo di maturazione, allo spumante non è stato aggiunto sciroppo di dosaggio. È particolarmente secco.
Extra brut: è tale quando il dosaggio è inferiore ai sei grammi di zucchero per litro. È uno spumante molto secco.
Brut: è tale lo spumante in cui gli zuccheri sono inferiori a quindici grammi per litro.
Demi-Sec: è lo spumante creato per accompagnare, generalmente, i dolci. Ha una concentrazione di zuccheri tra i trentatré e i cinquanta grammi per litro e un gusto dolce.
Doux o Dolce: è realizzato con un dosaggio di zucchero superiore a cinquanta grammi per litro.

Cosa si intende con la parola “Cru”?

È un vigneto o una sua parte, inseriti in una determinata zona, con caratteristiche organolettiche ben definite. Per estensione cru indica il vino ottenuto dalle uve provenienti da quel vigneto e solitamente è di qualità più pregiata degli altri vini.

Cosa significa “Cuvée”?

È l’assemblaggio di vari vini, dalle diverse caratteristiche, con cui si crea il vino base dal quale nasce lo spumante metodo classico.

Qual è la funzione dei lieviti?

Sono i veri creatori delle nostre bollicine: trasformano infatti gli zuccheri in alcol etilico ed anidride carbonica ed attivano così la fermentazione del mosto d’uva.

Cos’è il liqueur de tirage?

È una miscela di zuccheri e lieviti selezionati, aggiunta al vino base affinché si realizzi la seconda fermentazione che avrà luogo all’interno della bottiglia (presa di spuma).

Cosa significa remuage?

È l’operazione con cui alle bottiglie di spumante metodo classico viene impressa ogni giorno una leggera rotazione per spingere i sedimenti a scendere nel collo della bottiglia a contatto con il tappo corona.

Cos’è la sboccatura?

La sboccatura o dégorgement è l’operazione con la quale si eliminano i sedimenti depositati nella bottiglia, raccolti nel collo tramite il remuage. L’anno di sboccatura viene solitamente indicato nella retroetichetta ed è un’indicazione fondamentale per il consumatore al momento dell’acquisto. Dal momento della sboccatura infatti la bottiglia, se conservata correttamente nella propria cantina, mantiene inalterate le proprie caratteristiche per circa due anni.

Cos’è il liqueur d’expédition?

Così è chiamato lo sciroppo ad alta concentrazione di zucchero che viene aggiunto agli spumanti metodo classico prima della tappatura definitiva. Ha il compito di dare il giusto grado di morbidezza e rotondità. È definito anche sciroppo di dosaggio.

Cosa si intende per maturazione?

È il periodo di invecchiamento in bottiglia dello spumante metodo classico, durante il quale i lieviti lavorano per formarne le caratteristiche distintive.

Cosa significa millesimato?

Così viene chiamato lo spumante metodo classico quando la cuvée viene da un’unica annata. Lo si riconosce dall’etichetta che porta l’anno della vendemmia. In genere i millesimati hanno un processo di maturazione che va oltre i ventiquattro mesi e nelle case più prestigiose può arrivare a sette, otto anni e anche oltre.

Che cos’è il perlage?

È il complesso delle bollicine visibili nel bicchiere una volta versato lo spumante.

Cos’è la Pupitre?

È un cavalletto di legno, costituito da due tavole unite in modo da formare una V capovolta e costellate di fori, dove vengono sistemate le bottiglie per effettuare il remuage.