Le Cantine Ferrari vi aspettano anche la domenica!

23 novembre 2016

Le Cantine Ferrari vi aspettano anche la domenica!

Come ogni anno in prossimità delle Feste Natalizie, le Cantine Ferrari, dal 27 novembre al 18 dicembre, resteranno aperte anche la domenica per visite, degustazioni e acquisti.

Per la prima domenica di apertura, in occasione della manifestazione  Trentodoc in Cantina,  le Cantine Ferrari ospiteranno, inoltre, uno show cooking di Alfio Ghezzi, lo chef di Locanda Margon premiato recentemente con due stelle Michelin. In un percorso "del Bello e del Buono", gli ospiti saranno accolti alle Cantine Ferrari dove, dopo la visita in cantina, incontreranno lo chef, che li introdurrà personalmente al piatto studiato per l'occasione: la "Noce di manzo rendena appena bollita, con miele, patate, graukäse e Ulidea".  
Si tratta di una ricetta nata in collaborazione con l'Antica Macelleria Ballardini di Tione da cui proviene la carne di razza Rendena Bio e l'Agraria di Riva del Garda, che insieme ad Alfio Ghezzi ha ideato Ulidea, innovativo e raffinato condimento a base di olive nere frammentate.

In abbinamento alla proposta culinaria saranno offerte due etichette di Ferrari Trentodoc:  un assaggio della novità di Casa Ferrari, il Ferrari Perlé Bianco Riserva 2006 e il Ferrari Maximum Rosé; il primo è una bollicina di grande eleganza e complessità, espressione del miglior Chardonnay coltivato nei vigneti di proprietà della Famiglia Lunelli, che gli enologi della Casa hanno ritenuto più vocato ad un lungo invecchiamento sui lieviti, mentre il Ferrari Maximum Rosé, etichetta a base di Chardonnay e Pinot Nero con vinificazione in rosato, rappresenta la bollicina ideale per accompagnare piatti a base di carne.

La partecipazione all’evento, battezzato "Il Ferrari Trentodoc e la cucina stellata di Locanda Margon tra salute e piacere", è solo su prenotazione, chiamando lo 0461.972416 oppure inviando una mail a visit@ferraritrento.it

Per tutte le altre domeniche le Cantine Ferrari resteranno aperte dalle 10 alle 18.
Si ricorda che per le visite la  prenotazione è obbligatoria.

News in evidenza